Responsive image

Massimo Duino

Massimo Inizia gli studi musicali seguendo corsi di strumento e solfeggio da Paolo della Giovanna presso la Casa del Popolo di via S. Niccolò a Firenze, in seguito segue musica d’insieme e armonia con il maestro Alessandro Di Puccio presso il CAM di Firenze, per poi proseguire lo studio di armonia con il Jazzista Joy de Vito e lezioni di chitarra manouches con il chitarrista Simone Solazzo. Forma la sua attività musicale attraverso varie esperienze inerenti il contesto della musica popolare “tradizionale del sud Italia” esibendosi all'Eskimo club e in vari club della Toscana, con alcune partecipazioni in programmi in diretta a Nova Radio. MD ha collaborato con Gianfranco Narracci (cantante e percussionista del gruppo Medilatina e Tarantesys), ha frequentato una Master Class in mandolino con Mimmo Epifani (mandolinista di Eugenio Bennato), poi ancora con il mandolinista Peppo Grasso. Nel 2005 crea assieme a Massimo Belsanti (chitarra classica) e Marco Massari (tamburo a cornice), la formazione Kitammorre UFD, gruppo di musica popolare che esordisce presso il Centro Giovani “Java” a Firenze e si esibisce più volte a Nova Radio (FI) ed in concerti in Toscana all’interno di manifestazioni quali “On The Road Festival” di Pelago (Fi) 2006, “Musipolitana” in P.zza Della Passera a Firenze, “Pizzica La Taranta” a Certaldo (FI) 2006 oltre a diverse manifestazioni nel sud Italia: “Radicazioni” ad Alessandria Del Carretto (CS) 2006, “A Sud Festival” a Lavello (PZ) 2006, Festival du Mediterrane a Marsiglia. Massimo ha registrato come corista un canto sacro dedicato alla Madonna di Fonti (PZ) finanziato dalla Conferenza Episcopale Romana e da Rai Trade Satellite, sotto la direzione e partecipazione del musicista Pasquale Scarano e la direzione artistica del maestro Antonio Infantino. È stato componente e fondatore dell’Orchestra multietnica Musipolitana, con la quale si è esibito nel festival Fabbrica Europa. Nel 2009 assieme all’organettista Mario de Carlo e al chitarrista Carmelo Arvia ha creato il progetto Lucanìa con i quali ha inciso il disco “055” suonando in molti festival di musica popolare tra i più importanti in Italia come Radicazioni, Joggi Avant Folk, La Luna e i Calanchi e presso Auditorium Parco della Musica di Roma per l'Ottobrata Romana organizzata da Ambrogio Sparagna ed Erasmo Treglia. Attualmente ha all’attivo il progetto di musica minimale Margretts, il progetto di musica noise ZeroInCoscienza, ed ha ideato e creato insieme al chitarrista Luca Bersaglieri il progetto musicale “Trasposizioni Acustiche nell’Arpa di Viggiano” con il quale aprono lo Sponz Fest 2019 ideato e diretto Da Vinicio Capossela e Franco Bassi.

marco_trasposizioni_acustiche

Marco

Marco nasce musicalmente a Firenze, seguendo lezioni di tamburi a cornice con Gianfranco Narracci, nel 2004 inizia a suonare...

luca_trasposizioni_acustiche

Luca

Luca ha studiato chitarra classica con il maestro Fernando Lepri e con Giuliano Balestra (alunno di Pujol e Andrés Segovia), in seguito...

vincenzo_trasposizioni_acustiche

Vincenzo

Vincenzo Arvia inizia il suo percorso musicale da molto piccolo nel suo paese d’origine Alessandria del Carretto (CS), dove inizia...